La Natura immortale

 

è notte ed è femmina

diversi un uomo e una donna nel pianto

l’una accompagna dando commiato

l’altro fraseggia non sentendo

nel gusto ne tace l’incontro

nel gesto ne torce vuoto

il senso, senza riconoscenza violenta l’inganno presunto e patito

l’uomo ama per se

la donna per il se riflesso.

La tristezza è una solitudine mesta

come pioggia che cade indifferente

e cheta, un passeggio s’un ponte nella nebbia

l’altra riva mente, non esiste

off limits. Voglio restare

in ciò che dura

 

ed è già paesaggio: mentre l’Europa vuol vivere la sua menzogna

mi lavo le mani nel vaso dove affiorano petali

rossi e lillà delicati,

galleggiano nell’acqua marrone

dove oltre chiudi gli occhi

il blue nell’azzuro, d’incanto

 

 

Annunci

Informazioni su Mehiel Free

The Sky and The Earth Meet in The Horizon, My Art and My Profession Meet in This Blog. . . A Poet, a painter, a wanna-be video-editor, specialized in Migration/Immigration, Degrees in Giornalism (MA) and Literature and Philosophy (BA). Collabs welcomed!
Questa voce è stata pubblicata in Poesie 2016 e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...