Sotto a delle persiane verdi

– Mi trovo davanti  il “ foglio bianco ”; so che tra poco incomincerà la magia…

  È il momento più bello …e quello più brutto;

  “Bello” perché ancora tutto è da decidere…non so cosa scriverò;

                                                                                                  “Brutto”

  perché tutto è ancora da decidere…ne ho paura.

  Ti ringrazio perché per poche ore mi hai riacceso la vita.

11692392_979815655397161_538052672_n

  Ti ringrazio perché sei il mio ennesimo stimolo, interlocutore…

  a quello che non ha niente a che vedere con te. Ti ringrazio perché sei te.

  Salito sul treno butto giù questa serenata

sono di nuovo solo con me stesso.

  Ho di nuovo di fronte il dolore…

  Ho di nuovo, sul riflesso rigato del finestrino,

  intriso di pioggia, d’ipocrisia

  il mio volto.
Debole, forte. Spavaldo, impostore volgare.

  Violaceo bambino di un adulto che non volevo diventare.

  Pazzo, folle, provato. Timido, doppio, bugiardo.

  Dormo sugli allori e me ne lamento…

                      mentre intristisco al piegarsi degli alberi sotto i dettami del vento,

  provo ad alzare il collo

  fisso il cielo

  riabbasso il mento

  contemplo la terra

  sono conteso tra due elementi che neanche loro sanno disporre di me

                                                                             …io non ascolto, non so ascoltare; io    non osservo,  non so razionalizzare di spirito. Vortico. Indeciso

  Mi ricordo che sono umano.

  Mi ricordo che di questo non ne vado orgoglioso.

  La pioggia continua a battere

                                            terrificante

                                                               la ringrazio chinando il capo,

  provando a dare alla strada il compito di condurmi, di disporre di me.

  Io a casa non ci torno. Ho fame, non ho ancora mangiato,

  ma questo può giocare a mio vantaggio.

  Riaccendo il motore. Rincomincia la notte ed io la sfida.

  S’infuocano i vuoti ed io con loro…mi dovrò prostrare presto, lo so,

                                                a qualcosa che esiste ma che io ancora non so

  …freno, all’improvviso,

                           vomitando arte e rabbia

                                                         Rimpossessatomi della logica

  riprendo come possesso di me stesso

  e do lo scacco finale: l’ultimo bicchiere, l’ultima sigaretta, l’ultimo rimpianto.

  La guerra ricomincerà domani, quella reale, quella atroce, assurda, incomprensibile.

  Sarà la vita.  Saranno i doveri.

  Sarà la t.v. Sarà il lavoro. Sarà il tempo.

  Sarò io.

  Sarà tutto quello che non riesco a gestire, sarà tutto quello che non riesco a capire.  –

Annunci

Informazioni su Mehiel Free

The Sky and The Earth Meet in The Horizon, My Art and My Profession Meet in This Blog. . . A Poet, a painter, a wanna-be video-editor, specialized in Migration/Immigration, Degrees in Giornalism (MA) and Literature and Philosophy (BA). Collabs welcomed!
Questa voce è stata pubblicata in Poesie 2006 e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...