Prospettive di fughe cieche.

Lo senti il vento del tempo?
io si e inorridisco.

Monterotondo by night, by Pier Paolo Piscopo
Monterotondo by night, by Pier Paolo Piscopo

Ho quella paura. La scoperta.

Tutto ciò che percepisco ma che non conosco. Perché
non mi è possibile, sono già passato.

Il Vento del tempo travolge e mormora
come il mare gli alti bastioni, la risacca
Elisa asseconda Beethoven
come può fare un figlio al padre, l’assenza

E là, ecco!, ne senti l’eco nelle lunghe stanze della memoria…

Come presente nel futuro è già passato.
Travolto. Niente dura. Niente è essere

ma è già cambiato, distrutto, diverso.
Il Tempo è passato. Vorrei solo averti ascoltato,

l’identità è relazionale, determinata dalla posizione che occupiamo nel sistema,

invece sono qui, da solo, dove

l’acqua mi lava e
il vento m’asciuga.

Annunci

Informazioni su Mehiel Free

The Sky and The Earth Meet in The Horizon, My Art and My Profession Meet in This Blog. . . A Poet, a painter, a wanna-be video-editor, specialized in Migration/Immigration, Degrees in Giornalism (MA) and Literature and Philosophy (BA). Collabs welcomed!
Questa voce è stata pubblicata in Poesie 2015 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...