Il divino potere creativo del Tutto nell’Uno

Non esiste l’individuo ma una responsabilità collettiva.

                                                                                                            “Non hai notato prima d’ora                                                                                                                                        che i bambini

                                                                                                                                        e le persone                                                                                                   infantili, che non sanno distinguere

                                                                                                                                               fra se e il                                                                                       mondo, parlano di se alla terza persona?”                                                                                                                                 – Edwin A.Abbot –

Mentre ascolto

perplesso il mio inutile contributo donato al mondo.

.

In attesa, camera purgatorio al quarto piano

miliardi di persone sbircio, vite s’incrociano

cambiano, muoiono, nascono…ognuno protagonista

in realtà di cosa?

.

Nulla

indispensabile: microscopico “contributo”

ognuno ha dieci secondi

nascituro ingranaggio

del conosciuto.

.

Allora,

in attesa

di quel contributo

la vita? Tutta la vita?

.

Quante realtà poi esistono in un medesimo istante di dieci secondi, decisivi?

Infinite,

quanti ne sono gli esseri viventi.

E allora cosa sarà mai l’odio, l’amore, l’ansia, il sentimento?

Cosa? Quello che fa si che questi “contributi” accadano? E perché?

E perché siamo distanti?

.

quando distrutti?

.

…era finita la festa, le api ritornavano all’alveare

in assoli

fruscio di api

un vecchio nero

in ginocchio, all’uscita della metro Crimèe.

.

Splendidamente immobile nel mentre.

Tutti lo vedevano come lui tutti vedeva, ma nessuno lo viveva come lui nessuno viveva.

Era nel mentre. Avido della notte dove sola trovava riposo. Povero. In attesa.

Asserragliato in un pensiero, chiedeva soldi.

.

Anche lui avrà provato orgoglio, gelosia.

Qualcosa lo avrà abbattuto, lo avrà impaurito. Forse se stesso. Forse un’illusione,

si sta ancora chiedendo perché quella porta anni dietro si chiuse.

.

Ma nessuno lo nota, come lui nessun aiuto

vuole. L’aiuto non esiste perché l’uomo non esiste. Morto in lui se stesso

è morto anche l’altro. Non trova se stesso,

non trova perdono se non trova grazia in se stesso.

.

Ogni credo è cenere e l’uomo ha bisogno di credere

e quel credo oggi è nel consumo. Non la vita ma la sopravvivenza ad essa.

.

Nel mentre una ragazza

– Calvin Klein agli Champs Elysees (Thomas Wylde e Gucci di BondStreet e via Condotti)-

.

solare, una sofferenza passata

le ha reso solamente più misterioso il volto.

Lei non ha ceduto e non ascoltato

è andata avanti, cercando qualcosa per scacciare quel fantasma. Non era una sconfitta,

era abituata a vincere

a piangere solo di nostalgie, amori passati, quella che soli

la fanno sentire viva.

.

E in quel mentre non accadde nulla. Lui, lei, uguali ma per quel mentre

morti entrambi.

.

L’oltre è scivolato sulle sopravvivenze.

Street Art. Roma. Valle Aurelia.

Street Art. Roma. Valle Aurelia.

L’ingranaggio avrebbe potuto fare un giro in più, forse diverso.

Qualcuno avrebbe potuto insegnare qualcosa all’altro,

forse no,

forse c’è un altro mondo che li divarica fino ad essere estranei

.

ed io non lo capisco.

Annunci

Informazioni su Mehiel Free

The Sky and The Earth Meet in The Horizon, My Art and My Profession Meet in This Blog. . . A Poet, a painter, a wanna-be video-editor, specialized in Migration/Immigration, Degrees in Giornalism (MA) and Literature and Philosophy (BA). Collabs welcomed!
Questa voce è stata pubblicata in Poesie 2006 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...