Come da bambino d’autunno giocavo

In questa stasi.

Nelle acque tiepide

senza musica

gelo tristezza e solitudine

ramingo

nelle strade di questa o quella città

cerco, rinnego uomini

e sono disperatamente invaso

da un incandescente amore.

Lacrimano i respiri

e sempre vorrei vivere sereno

poi non so dove andare

cosa accettare

la verità da vedere

le dita di donna a cui confidare

gioie paure

violenza e follia

il destino di un sogno

Quale stregoneria o mostro si nasconde

cui gli altri ingiuriano

dietro quel bimbo                                           proprio non so.

Non so e taccio di debolezza.

claire_streetart

Stanco do carezze di baci

a chi non capisce

e non ricevo che freddezze truci

sfidando il tempo mentre ascolto

aliti di questa enciclopedia scritta sulla vita

non più forte e dogliosa come prima

mi rilascia di nuovo solo

in questo mondo

in questo ossesso,

sotto un letto di foglie

d’autunno

caduto       come un albero, mi ritrovo seduto, spoglio.

Annunci

Informazioni su Mehiel Free

The Sky and The Earth Meet in The Horizon, My Art and My Profession Meet in This Blog. . . A Poet, a painter, a wanna-be video-editor, specialized in Migration/Immigration, Degrees in Giornalism (MA) and Literature and Philosophy (BA). Collabs welcomed!
Questa voce è stata pubblicata in Poesie 2006 e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...