La strana alleanza

278772_10151982578445085_980975454_o

Si possono discutere i comandamenti ideologici di Brussels; questa è la nuova voce culturale, in attesa di una linea più morbida. A meno di 24 ore però dallo spoglio finale delle elezioni greche che hanno visto trionfare Syriza va in scena, dopo il giuramento informale senza cravatta nel primo pomeriggio, davanti al presidente della Repubblica Karolos Papoulias, la “strana alleanza”.

Tsipras infatti per due seggi non ha la maggioranza assoluta. Il partito dei Greci Indipendenti (Anel) con 13 seggi ha annunciato il suo sostegno a Syriza di cui condivide la linea antiausterità. Insieme avranno 162 seggi. Si tratta del primo governo guidato da un partito diverso da socialisti o Nuova Democrazia in 40 anni, da quando è nata la Terza Repubblica dopo il regime dei Colonnelli.

Una formazione nata di recente, nel dicembre 2012, da una scissione di Nuova Democrazia, quando il premier Antonis Samaras rinunciò a opporsi al piano di salvataggio imposto dalla Troika.

Kammenos, 49 anni, sposato con 4 figli, è un economista – economia all’Università di Lione e scuola di specializzazione in Svizzera – ha lanciato il suo partito su Facebook ed è sempre stato considerato un outsider dalle élite politiche greche.

Poco importa che su altri temi, come immigrazione, diritti civili e rapporti con la Chiesa ortodossa, i due partiti si trovino su posizioni opposte: Anel vuole una politica di rigidi controlli alle frontiere, Syriza invece è favorevole alla solidarietà; Kammenos ha ottime relazioni con le autorità religiose greco-orotodosse, Tsipras è il primo premier a non giurare nelle mani dell’arcivescovo ellenico per sottolineare la sua laicità.

To Potami, “il fiume” fondato il 26 febbraio 2014 dal noto giornalista televisivo Stauros Theodōrakīs per le sue battaglie contro il potere. È considerato un partito socialdemocratico e socioliberale, viene classificato tra il centro e il centrosinistra, e a livello europeo ha aderito al gruppo dell’Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici. Propone una riduzione del numero dei parlamentari, meno burocrazia, un sistema giudiziario più veloce, la promozione della cultura e del turismo, e il diritto di voto per gli immigrati nelle elezioni amministrative. Ha toni quindi molto più cauti e una linea politica più morbida nei confronti del niet assoluto all’Europa delle riforme senza concessioni fiscali, quindi prima di trattare con la Troika e con i creditori Tsipras sarebbe costretto a raggiungere dei compromessi con il suo partner.

Ma allora cosa potrebbe condividere invece con l’Anel? Forse l’aiuto alla fascia più povera della popolazione con aiuti nelle tasse, aumento dello stipendio minimo e tredicesima per i pensionati con più difficoltà.

Nervosissima ma nessuna isteria sui Mercati Finanziari, Atene a parte che ha aperto a -7% e poi ha ridotto le perdite al -2,4%. Occhi puntati invece sul vertice Junker-Draghi che precede l’Eurogruppo sul debito greco. Tsipras vuole un taglio. La Troika è pronta a concedere un allungamento delle scadenze e un abbassamento dei tassi. Probabile proroga di sei mesi della copertura del piano di salvataggio.

Il messaggio di Tsipras è chiaro. Primo: nuovi negoziati al memorandum della Troika e della Bce sul welfare state degli stati, ancora, nazione. Secondo: si scalza e si protende a ridiscutere l’egemonia culturale dei partiti liberali che finora hanno dominato la politica economica in Europa. Terzo: con la diseguaglianza di classe che in Europa è diventata esclusione, oltre che politica nel fortissimo astensionismo, anche sociale; si da un nuovo volto all’Europa per far crescere la fiducia negli europei, unico antidoto ai partiti euroscettici, perché la democrazia non ammette esclusioni ma ognuno è rappresentato nelle proprie istanze collettive.

Annunci

Informazioni su Mehiel Free

The Sky and The Earth Meet in The Horizon, My Art and My Profession Meet in This Blog. . . A Poet, a painter, a wanna-be video-editor, specialized in Migration/Immigration, Degrees in Giornalism (MA) and Literature and Philosophy (BA). Collabs welcomed!
Questa voce è stata pubblicata in Opinioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...